Il gioco del calcio, ma chi lo ha inventato ?

In epoca antica i primi a rincorrere una palla furono i cinesi, i greci e i romani. Essi dimostrarono tutta la loro abilità nel portare la palla aldilà di una linea. Solo nel medioevo in Italia si cercò di mettere ordine a questo nuovo gioco con delle regole precise, Ciò accadde proprio in Italia, in Toscana, dove fu praticato il gioco del calcio in costume con le caratteristiche del rugby. Intanto a seguito delle precedenti  conquiste dei romani i giochi con la palla si erano espansi in quasi tutto il continente europeo.  Il calcio moderno nacque in Inghilterra, nelle università, e prese il nome di football. Nel 1850  alcune squadre di studenti decisero  di unirsi e  adottare ufficialmente  le prime regole del gioco del calcio, nel 1858 nacque la prima società calcistica: lo Sheffield Football Club, la più antica del mondo. Nel 1865 si costituì la prima federazione: Football Association. Il regolamento prevedeva il tocco  esclusivo della palla con il piede e non più con le mani, difatti ci fu una sorta di suddivisione delle federazioni, una per il gioco del calcio, l'altra per il gioco del rugby. Il primo campionato inglese iniziò nel 1888, successivamente in tutta europa, a partire dai primi del novecento, nacquero federazioni e club. La FIFA, ovvero Federazione Internazionale delle Associazioni di Football, nacque nel 1904, e raggruppa tutte le varie confederazioni di tutti i continenti. L'Italia è inserita nel continente europeo e fa parte della UEFA. Oltre che la FIFA esiste un altro organismo mondiale, l'IFAB "International Football Association Board" composto dalle sole federazioni britanniche. Unitamente alla FIFA questo organismo, a seguito di una votazione che tiene conto della maggioranza dei 3/4, può cambiare le regole del cacio. (Michele Amato)